GAZPROM: cambio di scenario industriale

Posted by

Uno dei titoli più caldi in questo momento è decisamente Gazprom, che da Aprile ad oggi ha generato un rendimento del 25% circa.

Negli ultimi dodici mesi il management ha decisamente impresso una svolta alla società nei termini di una gestione maggiormente orientata al profitto e alla generazione di rendimenti per gli azionisti. Oltre a ciò, la società sta beneficiando di importanti novità sul fronte dei ricavi con nuovi accordi verso la Cina e l’Europa.

Nello specifico, il 29 Ottobre scorso Gazprom ha annunciato la predisposizione della pipeline dalla Siberia alla Cina e che il contratto di 30 anni, stipulato nel 2014 con il governo cinese, può iniziare. Si tratta di una fornitura di 38 miliardi cubici di gas all’anno e oltre 1 trilione nel corso della durata del contratto. Un contratto di notevoli per dimensioni per Gazprom, che sta sfruttando la progressiva uscita della Cina dal carbone, per le note ragioni ambientali

L’abbandono del carbone ed un maggiore utilizzo di fonti rinnovabili o di gas naturale è un trend strutturale di cui la società sta beneficiando nel complesso.

L’altra novità positiva arriva dal progetto NordStream 2, che collega la Russia alla Germania, e che raddoppierà la sua capacità di erogazione fino a 110 miliardi cubici di gas. Il governo danese ha infine dato il suo consenso alla costruzione della pipeline che passa per le acque danesi.

Sul piano della valutazione, ai prezzi attuali Gazprom scambia ad un dividend yield di oltre il 6%, con un payout ratio di circa il 30%, che lascia molto spazio per ulteriori incrementi. Nello specifico, il management ha specificato che intende aumentare lo stesso del 50% nel corso dei prossimi 2-3 anni.

Sul piano dei rischi, dobbiamo ricordare che Gazprom è controllata dal governo russo e che un rischio politico in questo senso esiste. In passato, il governo ha utilizzato le società controllate come strumento di stimolo all’economia domestica e quindi ciò non è escluso. Tuttavia, la guidance del management negli ultimi 12-18 mesi sembra decisamente più orientata a remunerare gli investitori e, in generale, più market friendly.

In conclusione, Gazprom resta un titolo con un certo grado di volatilità, tuttavia l’orientamento alla remunerazione degli azionisti è decisamente maggiore rispetto al passato e le notizie recenti sul fronte europeo e cinese aprono scenari di potenziali alti rendimenti per gli azionisti.

A cura di

Edoardo Fusco Femiano

Market Analyst

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.