Sentiment dei consumatori USA: il dato più basso dal 2016!

Posted by

Sebbene l’economia americana stia mostrando segnali di un certa qual forza, sia pur in rallentamento, gli operatori si stanno dimostrando molto sensibili alla trasmissione della crisi USA-Cina sui dati macroeconomici del paese.

Il Michigan Consumer Sentimenti ad Agosto è sceso a 89,8, in calo di 8,6 punti dalla lettura finale di Luglio. Il consensus degli economisti era 92.1. Il capo economista dell’università del Michigan, Richard Curtin, ha rilevato che l’indice ha registrato il suo più grande calo mensile nell’agosto 2019 (-8,6 punti) da dicembre 2012 (-9,8 punti).

Il recente calo è dovuto ai continui riferimenti ai dazi, che sono stati citati spontaneamente da un consumatore su tre. A differenza delle preoccupazioni sul deficit americano, le politiche tariffarie di Trump sono state oggetto di ripetute cambiamenti con minacce di dazi future più elevati. Tali posizioni aumentano l’incertezza e riducono la spesa dei consumatori.

Nella survey è evidente come la maggior parte dei consumatori ha espresso timori su un prossimo aumento dell’inflazione, dovuta all’evolversi della guerra commerciale.

Nella tabella qui sotto si ha una prospettiva a lungo termine che include recessioni e PIL reale per aiutarci a valutare la correlazione tra il Michigan Consumer Sentiment Index e l’economia in generale.

Per guardare il dato in un’ottica più ampia, il consumer sentiment è del 4,1 percento sopra la lettura media (media aritmetica) e del 5,3 percento sopra la media geometrica. L’attuale livello dell’indice si trova al 50 ° percentile dei 500 punti dati mensili di questa serie. Si noti che questo indicatore è alquanto volatile, con una variazione mensile media assoluta di 3,0 punti.

Per fare un confronto, ecco un grafico dell’Indice di fiducia dei consumatori del Conference Board. Il Conference Board Index è il più volatile dei due, ma il modello generale e le tendenze generali sono stati decisamente simili all’indice Michigan.

La tendenza generale dell’indice di consumer sentiment del Michigan minimi della crisi finanziaria è all’insegna di un lento miglioramento ma, in generale, i risultati della ricerca sono vicini al picco pre-recessione, come peraltro stiamo osservando su un gran numero di indicatori di sentiment dell’economia americana.

A cura di

Edoardo Fusco Femiano

Market Analyst

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.