TECHNICALS IN FOCUS: AAPL

Posted by

Apple ha visto riacquisti in area $200, con una classica figura d’inversione che sta proiettando il titolo in area $210, massimo del 2019. I prossimi livelli in focus sono in area $220 e $233. Un’eventuale chiusura sotto area $190 proietterebbe Apple verso area $180, supporto chiave in ottica intermedia per mantenere intatta l’impostazione rialzista del titolo. Solo una chiusura sotto $180 rappresenterebbe una definitiva inversione del trend.

Market Report 09/08/2019

I mercati azionari proseguono nel rimbalzo e tornano verso le prime resistenze significative, in una giornata in cui, oltre al rimbalzo dell’azionario, continua il rafforzamento delle asset class più difensive, come oro e Treasuries USA.

Le borse europee hanno chiuso al rialzo per il secondo giorno consecutivo, con gli investitori incoraggiati da un rimbalzo più forte del previsto dell’export cinese e da uno yuan stabile, dopo una settimana turbolenta dovuta all’escalation delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Sotto questo profilo, l’export cinese a Luglio è aumentato del 3,3%, ai massimi da Marzo, ribaltando le previsioni degli analisti che prevedevano un calo del 2,0%. Le importazioni sono invece diminuite quasi del 6%. Sul fronte societario, si registra un secondo trimestre deludente per Adidas, che ha perso quasi il 3%.

Da registrare in Europa il bollettino economico mensile della BCE, nel quale viene sottolineato che il clima di prolungata incertezza sta minando le prospettive di crescita nella zona euro, in particolare per il settore manifatturiero. La BCE ha inoltre sottolineato che tensioni commerciali restano elevate e permane il rischio di una Brexit senza accordo, premesse che indicano una crescita più debole della zona euro nel secondo e terzo trimestre.

Anche Wall Street ha guadagnato terreno, sulla scia di buoni dati macro (mercato del lavoro USA), dell’export cinese al di sopra delle stime e di uno yuan più stabile, placando gli investitori preoccupati da una possibile escalation delle tensioni commerciali. Tra le storie societarie, il settore dei beni di consumo è sotto pressione, con Kraft Heinz in calo dell’8,58%, dopo aver ridotto le sue previsioni annuali e svalutato diverse business unit per più di 1 miliardo di dollari. Buona seduta anche per Disney, dopo i dati deludenti sul terzo trimestre, che incassa il giudizio di Credit Suisse, che ha alzato il rating della società a “outperform” alla luce del prossimo lancio negli Usa del servizio di streaming Disney+.

A cura di

Edoardo Fusco Femiano

Market Analyst

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.