TECHNICALS IN FOCUS SILVER

Posted by

Pur sottoperformando il Gold, l’argento nell’ultima settimana ha rotto, con volatilità, la resistenza di area $16, massimo ad un anno. Considerando l’espansione di range delle ultime sedute, è verosimile che possa esserci un consolidamento prima di un’ulteriore estensione rialzista. Le prossime resistenze sono in area $17.14, $17.61 e $18.15. Il supporto di area $16/15.70 rappresenta la prima area di correzione su cui potrebbero ritornare gli acquisti.

Market Report 23/07/2019

Una seduta complessivamente positiva, ad inizio di una settimana importante, sia sul piano delle indicazioni delle banche centrali, che su quello dei risultati del mondo corporate.

Le borse europee sono rimaste poco mosse nella prima parte della seduta, con i titoli italiani che hanno recuperano un po’ di terreno dopo l’ondata di vendite venerdì, a seguito delle continue tensioni nella maggioranza di governo, mentre l’attenzione degli investitori è rivolta al meeting della Bce in programma questa settimana. La Bce si riunirà giovedì, con i mercati che prezzano oltre il 50% di possibilità di un taglio di 10 punti base dei tassi d’interesse e con gli investitori del mercato dei bond che si aspettano almeno una promessa chiara di intervento a Settembre.

L’America scambia invece in un rialzo ben più sostenuto, grazie ai titoli del settore tech, in un contesto in cui l’attenzione degli investitori è concentrata sull’evolversi delle relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina e sulle trimestrali delle società americane in attesa per questa settimana, tra cui Facebook e Amazon. Secondo quanto riportato dal South China Morning Post, la prossima settimana i negoziatori commerciali americani probabilmente si recheranno in Cina per il loro primo faccia a faccia con i funzionari cinesi dopo il summit del G20. Sul piano settoriale, a guidare i rialzi è il settore tech, mentre l’indice chip di Philadelphia si apprezza di oltre l’1,5%, con le aziende produttrici di semiconduttori che hanno ricevuto una spinta dalla notizia secondo cui il consulente economico della Casa Bianca, Larry Kudlow, ospiterà un incontro con i responsabili del settore chip e software per discutere del divieto di vendita negli Stati Uniti per Huawei.

Sul fronte delle commodities, i prezzi del greggio sono saliti di oltre il 2% sui timori che il sequestro iraniano della petroliera inglese di settimana scorsa possa portare a delle interruzioni nell’offerta proveniente dal Golfo. Goldman Sachs ieri ha rivisto al ribasso le proprie stime per l’anno in corso sulla crescita della domanda di greggio a 1,275 miliardi di barili al giorno, citando la deludente attività economica globale.

Nella giornata di oggi usciranno i dati relativi alla fiducia dei consumatori nell’eurozona e la vendita delle case esistenti negli Stati Uniti.

A cura di

Edoardo Fusco Femiano

Market Analyst etoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.