TECHNICALS IN FOCUS: LTC

Posted by

Litecoin, dopo i massimi di Giugno, è andata a ritestare area 111.7, ma il rimbalzo è stato debole. Un ritorno sull’area di supporto $100-$97 appare probabile e potrebbe fornire un impulso rialzista alla cripto e proiettarla verso area $125 e $142. La tenuta di area $100-$97 è fondamentale per il mantenimento dell’impostazione rialzista. Sotto tale livello, Litecoin sarebbe proiettata verso il supporto di $75, che coincide con la MM a 200 giorni.

Market Report 10/07/2019

Seduta ancora debole sulle piazze finanziarie, in ragione dell’incertezza sul fronte commerciale e dei dubbi circa le prossime mosse della Fed in tema di politica monetaria.

Sul fronte commerciale, gli Stati Uniti e la Cina sono pronti a riprendere le trattative sul commercio questa settimana dopo l’incontro a fine giugno al G20 di Osaka. Fonti a conoscenza dello stato dei negoziati e osservatori del commercio cinese a Washington riferiscono tuttavia che le distanze, che hanno portato a interrompere le trattative a inizio maggio, restano. Gli Stati Uniti chiedono che Pechino cambi radicalmente le sue politiche economiche per proteggere meglio la proprietà intellettuale statunitense, porre fine al trasferimento forzato e al furto di segreti commerciali e frenare i massicci sussidi industriali statali. La posta in gioco, riferiscono fonti Usa, è il controllo delle industrie high-tech del futuro, dall’intelligenza artificiale all’aerospaziale e che il tira e molla è destinato a trascinarsi per mesi.

In Europa la debolezza è sui listini azionari è stata in larga misura spinta dal profit warning del colosso chimico Basf che ha spinto la borsa tedesca in ribasso, sulla strada per il peggiore calo in due mesi. Basf l’ultima vittima della disputa commerciale tra Usa e Cina, è crollata di oltre il 3%, dopo aver detto che prevede utili sotto le stime nel secondo trimestre e per l’intero anno. Il gruppo ha detto che il rallentamento della crescita globale e la prolungata guerra commerciale pesano sul settore agricolo e sulla produzione e vendita globale di auto. A pesare ulteriormente è anche Deutsche Bank, che ha ripreso il calo ed ha chiuso in ribasso del 3.45%.

La borsa USA è rimasta debole ma sopra i minimi di seduta, con gli investitori preoccupati di un contraccolpo sugli utili societari dalla protratta guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, mentre si ridimensionano le aspettative di un taglio drastico dei tassi d’interesse negli Usa a fine mese. In questo senso, 3M ha subito una serie di downgrade, citando le macro-pressioni dalla Cina e dai settori auto ed elettronica, e chiudendo in ribasso del 2%.

Tra i dati macro in uscita oggi, il PIL mensile e la produzione industriale in UK e l’annuncio sui tassi d’interesse in Canada. Oggi inizierà la due giorni di audizioni di Jerome Powell al Congresso americano, con gli operatori che si concentreranno sulle parole del Presidente della Fed, per comprenderne le intenzioni in vista del meeting di Luglio del FOMC.

A cura di

Edoardo Fusco Femiano

Market Analyst etoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.