FUNDAMENTALS IN FOCUS Lo stato dell’economia americana: Indici ISM manifatturiero e dei servizi

Posted by

Nonostante i mercati scontino almeno 75 punti base di taglio dei tassi d’interesse, per la fine dell’anno, l’economia degli Stati Uniti continua ad espandersi ad un ritmo sostenuto, senza dare evidenza di un’imminente recessione.

L’indice degli acquisti ISM (Institute of Supply Management) fornisce una stima c.d. “foward looking”, ossia previsionale, dello stato dell’economia americana e della sua potenziale evoluzione nel corso dei trimestri. Si tratta di un indice di sentiment, che quindi cerca di anticipare l’andamento del ciclo economico, ed è basato sulla raccolta di dati, mediante intervista, nel settore manifatturiero e dei servizi.

Gli ultimi numeri dell’indice ISM ci dicono che il settore industriale è ancora in espansione. Nello specifico, l’ultimo report cita così:

ll settore manifatturiero è cresciuto a Giugno, con l’indice PMI che si attesta al 51,7%, in calo di 0,4 punti percentuali rispetto alla lettura del 52,1% di Maggio. Si tratta del livello più basso da Ottobre 2016, quando l’indice ha registrato il 51,7%. Ciò indica una crescita nel settore manifatturiero per il 34esimo mese consecutivo.

Per definizione, un PMI sopra la soglia di 50 indica espansione, sotto tale livello la contrazione. I risultati sono ancora migliori per il settore non manifatturiero:

L’attività economica nel settore non manifatturiero è cresciuta a giugno per il 113o mese consecutivo”. Nel dettaglio:

NMI® al 55,1%

Indice delle attività commerciali al 58,2%

Indice dei nuovi ordini al 55,8%

Indice dell’occupazione al 55%

In linea generale, abbiamo la tendenza ad attribuire un significato eccessivamente rilevante all’attività manifatturiera. Si tratta di una reminiscenza del mondo industriale del secolo scorso, periodo in cui l’attività manifatturiera aveva un peso molto rilevante per l’economia USA. Oggi questa pesa dal 10 al 12% dell’economia americana e, sebbene importante, non ne rappresenta più il cuore pulsante. È altresì vero che la produzione nell’ambito del ciclo economico è la componente più volatile ed quindi ancora utile come indicatore di cambiamenti del ciclo stesso, sebbene non abbia più la medesima rilevanza.

L’indice non manifatturiero, quello che spesso definiamo servizi, è decisamente più importante. I servizi oggi pesano circa l’80% di una normale economia mondiale e hanno una significatività superiore sul piano statistico.

Moodys Analytics ha scritto:

Il settore dei servizi USA è in una condizione decente, anche se l’ampiezza della crescita si sta riducendo. L’indice non manifatturiero ISM è sceso dal 56,9 di Maggio al 55,1 di Giugno, al di sotto delle aspettative di consenso. I dettagli non sono fantastici. L’attività è scesa di 3 punti percentuali, i nuovi ordini sono diminuiti di 2,8 punti percentuali e l’occupazione è diminuita di 3,1 punti. L’indice delle consegne dei fornitori è aumentato di 2 punti percentuali, ma ciò indica consegne più lente. Il magazzino è aumentato a Giugno, mentre le esportazioni e le importazioni sono rimaste invariate.

Dopo dieci anni di espansione economica, è evidente che il ciclo americano sta rallentando, come evidenziato dalla discesa dei valori degli indici ISM dai livelli massimi registrati nel 2018. Ad oggi entrambi gli indici si trovano sopra la soglia di area 50, spartiacque tra espansione e recessione. Di conseguenza, non si ritrovano segnali che possano far pensare ad un’imminente recessione. A queste condizioni, i mercati finanziari potranno essere influenzati da fattori principalmente monetari (i.e. costo del denaro) ma non vi sono indicazioni di potenziale shock imminenti sul lato della offerta industriale, ossia il vero motore della crescita economica.

A cura di

Edoardo Fusco Femiano

Market Analyst etoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.