Market Report 16/05/2019 (etoro)

Posted by

Mercati sull’ottovolante di Trump

Ancora volatilità sui mercati finanziari, in una giornata contraddistinta da movimenti di ampio range.

La mattina è partita in tono fortemente ribassista, spinta da un clima economico incerto e, in Europa, dall’allargamento dello spread BTP-Bund fino a 290 punti base. Nel primo pomeriggio, i dati in America relativi alle vendite al dettaglio e alla produzione industriale acuiscono i ribassi, evidenziando dati deboli per il mese d’Aprile e segnali di un rallentamento strutturale ma che ancora non incorpora gli effetti delle tensioni commerciali di questi giorni.

Nel pomeriggio, l’azionario globale gira in positivo, per effetto delle indiscrezioni secondo cui Trump avrebbe deciso di posticipare di 6 mesi l’eventuale aumento dei dazi sul settore automotive, fornendo al mercato segnali di ottimismo circa la disponibilità del Presidente USA di addivenire ad un accordo. Nel complesso la volatilità resta alta ed il sentiment degli investitori viene guidato da fattori di breve termine. Il rimbalzo di queste due sessioni può essere un elemento di stabilizzazione del mercato ed è possibile che possa estendersi verso nuove resistenze, prima di un eventuale ritorno della debolezza.

Da sottolineare come prosegua il rialzo generalizzato delle cripto, con Bitcoin che torna in area 8.000 ed Ethereum che vede in giornata di forte rialzo (superiore al 10%) allineando la propria forza a quella del Bitcoin. In generale, le cripto stanno evidenziando una forte capacità di decorrelazione rispetto agli asset tradizionali.

Sul piano dei dati macroeconomici, oggi escono i dati relativi alle richieste settimanali di sussidi negli USA, il Philadelphia Fed Index ed i permessi di costruzione negli Stati Uniti

Technical in focus – Nsdq100

Il Nasdaq attualmente quota su un dividend yield dell’1,9%, dopo la correzione di questi giorni. Sotto questo profilo, il minimo del 2018 è 1,6%, il che sta ad indicare che esistono ancora spazi di apprezzamento per l’indice tecnologico. Complessivamente, il Nasdaq è l’indice maggiormente esposto alla tensioni commerciali ed il loro peggioramento potrebbe portare ad una correzione più estesa. L’ultima reporting season ha evidenziato buoni risultati del settore tech ed una crescita attesa annua degli utili attesa sopra l’1%. Tuttavia, la forte connessione di questi titoli con il negoziato in atto rende lo strumento particolarmente esposto ai rischi di questa fase. Il rimbalzo di area 7.300 è un buon segnale di tenuta ma solo un accordo tra Stati Uniti e Cina potrebbe spingere l’indice sopra area 7.700. I principali supporti sono in area 7.180 e 7.000.

A cura di Edoardo Fusco Femiano Market Analyst eToro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.